Letti in legno con morbide testate

Il letto matrimoniale in legno è sicuramente una scelta elegante, rigorosa, in qualche modo seria e a tratti anche austera; ma il letto in legno può avere un’anima morbida, un dettaglio soffice e accogliente in grado di stemperare la severità di linee marcate e decise, che solitamente caratterizzano i letti moderni in legno.

Ma di quale dettaglio si tratta? Cosa può esserci di morbido in un letto oltre a materasso, cuscini e coperte? Naturalmente la testata, quell’elemento che potrebbe anche non esserci, ma che quando c’è è in grado di definire e dare carattere all’intero letto. Perchè la testiera è sintomo di stili diversi, incornicia il letto, lo rende quasi un “quadro” per la parete a cui è appoggiato e soprattutto svolge un’importante funzione pratica: sostenere i cuscini.

Proprio perchè la testiera è un elemento che spicca sul resto del letto, le sue caratteristiche possono essere anche molto diverse dalla struttura portante. E qui sta la chiave di quel contrasto interessantissimo che vorrei proporvi: se il letto è in legno e appare in qualche modo duro, o severo come detto all’inizio, la testiera invece può al contrario apparire morbida, accogliente, delicata, senza tuttavia perdere eleganza nè tantomeno fascino.

Anzi, i contrasti come quello descritto solitamente aggiungono fascino anzichè torglierlo: combinare insieme elementi diversi ci trasmette attraverso l’impatto visivo sensazioni forti, emozioni che difficilmente si dimenticano, che ci fanno ripensare al “sublime” del romanticismo ottocentesco e che ci riportano nel contempo al più moderno stile “fusion”.

Così varie essenze di legno, già provviste ognuna di un’anima differente e di emozioni intrinseche, possono combinarsi con testiere imbottite, testiere in pelle, in ecopelle, in tessuto, o con cuscini imbottiti importanti e invitanti. E le forme rigorose del letto in legno possono quindi diluirsi con le linee talvolta irregolari di testate morbide e imbottite.

Il letto Orio coniuga ad esempio un’anima moderna e minimalista, data da una struttura in legno essenziale, ma anche arricchita da dettagli stondati, ad una testata in ecopelle lavorata a riquadri capitonné: un contrasto estremamente raffinato, che trasmette subito l’idea di un letto non solo bello, ma anche comodissimo.

Il letto Max invece unisce la struttura in legno alla testata imbottita; qui il contrasto è netto, anche dal punto di vista delle tonalità e dei colori. I rivestimenti in tessuto, pelle, ecopelle o pelle vintage della testata possono infatti dichiaratamente allontanarsi dalle essenze di rovere moro, rovere tabacco o noce americano disponibili per la struttura; ancora più contrastanti sarebbero le combinazioni della testata imbottita con le finiture colorate opache e soprattutto lucide.

Il letto Airwood infine propone un’affascinante struttura in legno massello finemente lavorato, coniugata ad una testata costituita da un supporto sempre in legno, ma anche da morbidissimi cuscini imbottiti rivestiti in pelle, ecopelle o tessuto. Il contrasto qui è davvero seducente e in grado di rendere la camera da letto unica.

A noi piace….Vivere in una casa speciale

Intervista a Michele e Sabina

Oggi voglio trasmettervi emozioni attraverso il pensiero e l’esperienza di Sabina e Michele, amanti della fascinosa arte del Feng Shui.

Ho voluto intervistare i nostri amici la cui abitazione è già stata protagonista dei nostri appuntamenti. Li incontriamo proprio nella lorograziosa mansarda, nell’incantevole villa d’epoca, sita in Varese. Vorrei che esprimessero la loro opinione in merito a quest’arte e i benefici che ne hanno tratto.

C: Come siete venuti a conoscenza del Feng Shui?

S&M: Abbiamo conosciuto quest’arte fascinosa attraverso la semplice lettura di un articolo di giornale; io, Sabina, mi sono incuriosita e meglio documentata; mio marito, un po’ più scettico e uomo pratico ha lasciato ampio spazio alla mia creatività, facendosi travolgere dalla mia esuberanza. Io sono sempre alla ricerca del nuovo e del green e in special modo tutto ciò che fa “benessere”.

C: Cosa vi ha spinti a “credere” in quest’arte? E’ stata un’esigenza o semplice curiosità?

S&M: Inizialmente direi tanta curiosità; poi l’esigenza di vivere sereni e in armonia con la nostra casa ci ha spinti verso quest’arte veramente affascinante.

Avevamo già un altro architetto, ma le sue proposte non rispecchiavano le nostre aspettative. Volevamo un arredo essenziale, moderno, ma nello stesso tempo creativo e soprattutto una particolare attenzione alla scelta dei colori e delle luci, senza però dimenticare spazi puliti ma molto “intensi”.

C: i vostri ospiti, quando entrano nella vostra abitazione, avvertono una sensazione particolare, o sono indifferenti?
S&M: Le persone che entrano per la prima volta hanno subito un impatto positivo. Ciò che notano particolarmente è l’armonia delle forme e dei colori. Tutto è in simbiosi. Oltre a vivere in un ambiente armonico, in sintonia con noi, vi è cura del particolare, anche da un punto di vista estetico. Ci sono tante idee e soluzioni creative. Vorrei citare l’esperienza di mia zia che, generalmente, ha problemi di ambientazione creati da crisi di panico (soprattutto nei luoghi ovattati, come le mansarde) e quindi soffre di claustrofobia. Entrando nella nostra casa, non ha avvertito alcun disagio, né paura, né angoscia, anzi una sensazione di assoluta armonia e serenità!

C: Avete tratto dei benefici? Se si, quali?
S&M: Riconosco (Sabina) di non essere mai stata una persona particolarmente ordinata, ma vivendo in una casa curata con il Feng Shui, devo dire che, assorbendone l’energia, ho acquisito la capacità di organizzarmi, riuscendo a mantenere l’ordine, un ordine psicofisico; sono inoltre più tranquilla e soprattutto c’è più armonia nella coppia.

C: Avete risolto delle problematiche o difficoltà in particolare?
S&M: Assolutamente si. Abbiamo appianato notevolmente i nostri contrasti di coppia, come ho accennato poc’anzi.

C: Avete chiesto di intervenire in punti specifici o avete affidato l’intero progetto all’operatore?
S&M: Abbiamo affidato l’intero progetto a Cristina. Lei ha rispettato, pur seguendo i metodi del Feng Shui, le nostre esigenze, sapendoci consigliare al meglio.

C: Le soluzioni arredative che sono state progettate sareste riusciti a realizzarle di vostra iniziativa, a parte i metodi Feng Shui?
S&M: Assolutamente no. Mi riferisco alla posizione del divano, io e mio marito eravamo in contrasto, non riuscivamo a trovare un punto d’incontro e soprattutto corretto.
La proposta del tavolo da pranzo è ricaduta su un genere che noi non avevamo considerato, seguendo i consigli abbiamo donato alla nostra casa più calore ed equilibrio.
L’orditura del pavimento in modo obliquo è una soluzione che non avevamo considerato.
Non avendo una seconda camera, Cristina ha disegnato appositamente per noi, un armadio-parete, creando un secondo spazio adibito a cameretta per la nostra bambina. Una parte del mobile è adibita ad armadio, l’altra a mobile in salotto.
Bella idea, l’illuminazione a pavimento; crea suggestivi giochi di luci e ombre. E tutte le cure Feng Shui…naturalmente!

C: Quale stanza vi piace maggiormente o angolo della casa e quindi dove sentite anche il maggiore beneficio psicofisico?
S&M: Ogni stanza ha un suo perchè, amiamo ogni angolo della nostra casa. La camera è il luogo dove avvertiamo una maggiore positività e serenità. Luogo di riposo e benessere.
Inoltre di sera, ci piace molto accendere le luci e osservare gli angoli in penombra, così come i riquadri dorati che risaltano e donano luminosità all’ambiente. Aggiungo (Sabina), che, nonostante sia una mansarda, non avverto quel senso di soffocamento e restringimento che una mansarda potrebbe dare. Le travi sono state sbiancate per dare maggiore luminosità e leggerezza.

C: Lo consigliereste ai vostri amici e conoscenti e perchè?
S&M: Assolutamente si, anche perchè lo abbiamo già fatto e continueremo a farlo! Il Feng Shui cambia la qualità della vita!
Capisco che, a parole, questi concetti, quasi astratti, possano essere quasi difficili da comprendere dal concreto, ma in realtà tutto ha una sua logica e un suo perchè.
Noi abbiamo, come è stato già citato, trovato più equilibrio e benessere psicofisico, migliorando il riposo notturno. io, Sabina, sono riuscita a regolarizzare la mia alimentazione, spesso disordinata e scorretta. Ho inoltre partecipato al corso per avere maggiore chiarezza.

C: Se tornaste indietro, ripetereste l’esperienza, se si, cambiereste qualcosa?
Ne è valsa la pena?
S&M: Certamente! Crediamo che sia stato un ottimo investimento e che i costi di una consulenza siano assolutamente alla portata di tutti; inoltre oggi la salute e il benessere psicofisico vengono prima di tutto.

C: Come definireste il Feng Shui in una sola parola?
S&M: Oseremmo dire…..essenziale e Michele aggiungerebbe, se è consentito un secondo termine, coinvolgente!
Essenziale perchè mira alle priorità, elidendo il superfluo. Coinvolgente perchè
tutto è in armonia, quindi ci si sente sicuri e parte della propria casa.

Ringrazio Sabina e Michele che, con la loro testimonianza, hanno voluto dedicare un po’ del loro prezioso tempo a tutti noi.

Sottoponete via @ una stanza della vostra abitazione, nella quale desiderate intervenire. Quella che maggiormente volete riequilibrare energeticamente e dare un’immagine nuova, anche esteticamente, curando i colori e le forme.
Necessita il Nord esatto e l’anno di costruzione o di rifacimento del tetto della vostra abitazione e naturalmente la piantina. Ad estrazione, il più fortunato dell’anno 2012 verrà scelto e vedrà realizzato gratuitamente il suo progetto e, successivamente pubblicato sul blog Diotti A&F e la possibilità di esprimere la sua opinione in merito!

Un grazie a tutti! Dubbi e consigli alla mia @!
Non dimenticate che mensilmente organizzo corsi base Feng Shui (un primo approfondimento). La data del prossimo è fissata per il 12 febbraio 2012 a Varese! Organizzo corsi anche nella vostra città al raggiungimento di un minimo di 10 partecipanti!

Salute e benessere a tutti!

Cristina

Benvenuti nella nuova versione del Blog di Diotti Arredamenti

Vi diamo il benvenuto nel nuovo Blog di Arredamenti Diotti A&F: nuova grafica, nuovi articoli e soprattutto la volontà di creare una community all’interno del network BlogArredamento.com
Stiamo parlando di una rete di blog che si occupano di mobili ed arredamento e che trovano la loro linfa vitale nella passione per il design d’interni, condivisa da tutti i collaboratori.
Cosa offre nello specifico il blog di Arredamenti Diotti A&F? Come molti di voi già sanno lo scopo non è solo quello di fornire un catalogo online corredato di immagini. Le foto di cucine, salotti, soggiorni, camere da letto o camerette possono certo aiutare ed ispirare, ma per chi stia cercando idee su come arredare casa, o per gli appassionati di design, il blog contiene molto di più. Di cataloghi online ce n’è a migliaia, nel blog offriamo invece un contatto più diretto, cerchiamo di dare consigli, anche con il supporto di esperti di vari settori da architetti, a designers, fino a studiosi di Feng Shui.
Invitiamo chi ci conosce già ed i nuovi lettori a continuare a seguirci, il blog si arricchirà presto di nuovi eccitanti articoli, link e stimoli per arredare, ricreare o reinventare i vostri spazi.
Nel frattempo, non dimenticate il nostro vecchio indirizzo: http://arredamentidiotti.blogspot.com/
un ricchissimo archivio dove troverete tutti i nostri post dal 2007 ad oggi.
Grazie e a presto!