Il Feng Shui e il buon riposo notturno

Buongiorno a tutti e ben ritrovati al nostro consueto appuntamento dedicato al Feng Shui.

In seguito a numerose consulenze ho riscontrato un elevato numero di persone che ha difficoltà a riposare bene e pertanto soffre di insonnia.

Oggi vorrei darvi alcuni consigli per come arredare la vostra camera da letto ottenendo così effetti benefici per un buon riposo.
Un cattivo sonno notturno può portare, nel tempo, a depressione, stress, e predisposizione alle malattie degenerative. Riposare è fondamentale per rigenerare la nostra energia Yin e liberarci dalle tossine assorbite durante la giornata.

Molti, al mattino, si alzano già affaticati. Una delle principali cause è data dalle geopatie, ovvero punti o zone perturbate dai campi elettromagnetici, sui cui si riposa. Stazionare sui nodi geopatogeni provoca disturbi di varia natura: gli esperti sostengono che i nodi risultano estremamente dannosi, soprattutto se sotto di essi ci sono falde acquifere o faglie che intensificano le “radiazioni nocive”.

Ogni essere vivente, secondo lo studioso Hartmann, subisce le influenze cosmiche e telluriche, avendo alterazioni di ritmo e di intesità. Ciò è causato dalla rotazione che il globo terrestre compie intorno al sole e a se stesso. Possiamo esprimere l’energia attraverso una griglia immaginaria (griglia di Hartmann). Essa consiste in un reticolato, orientato lungo gli assi cardinali, costituito da alcune linee che si intersecano perpendicolarmente. Immaginiamole in tridimensione. Avremo l’idea di vere e proprie pareti, di circa 21 cm; esse, incrociandosi, andranno a formare 3 zone ben distinte.
La zona neutra, quella che sta all’interno del riquadro; la lunghezza delle pareti “verticali”, è considerata di prima intensità; mentre le pareti che si incrociano in un punto, formando i “nodi radianti” sono quelle di maggiore intensità.

Nel caso in cui aveste posizionato un letto proprio sopra un nodo geopatogeno, è sufficiente, dopo averlo rilevato, spostare il letto di quanto necessita, per evitare disturbi del sonno.
Sembrerebbe troppo semplice questo rimedio, ma funziona anche solo spostando il letto di 15-20 cm.

Nel Feng Shui si consiglia di non osare con le tinte Yang (rosso-giallo-arancione), che dinamizzerebbero l’energia, disturbando il sonno. Utilizzate colori neutri e delicati, quali: il verde salvia, il rosa antico o l’azzurro. Potete fare riferimento al vostro Ming Gua.
Nelle lezioni precedenti, rivolte alla disposizione corretta degli arredi, facendo riferimento alla Scuola della Forma, abbiamo detto che è bene posizionare il vostro letto possibilmente lontano dalla porta, e in modo tale che abbia sempre una protezione alle spalle, evitando quindi finestre o aperture. Fate in modo che la sua posizione permetta facilmente di avere il controllo della porta a chi è disteso. Ricordate che i piedi del letto non devono mai essere rivolti verso la porta d’entrata della camera.
E’ sano coricarsi su un letto con doghe in legno. Dimenticatevi delle molle e disponete arredi adeguati con poche parti in ferro. Evitate inoltre gli specchi, in quanto dinamizzerebbero l’energia, e le attrezzature ginniche che vi ricondurrebbero all’attività fisica, disturbando il sonno. L’attività fisica è perfetta nelle ore diurne!
Dormire sui soppalchi eccessivamente bassi non concilia il vostro sonno. Evitate inoltre di dormire sotto le travi. Per ovviare al problema potete scegliere un letto a baldacchino o un drappeggio che permetta di “filtrare” la forza delle travi.

Spero di aver dato validi suggerimenti a tutti coloro che hanno un cattivo rapporto con il riposo notturno.

Un caro saluto a tutti, ricordandovi che il prossimo corso base Feng Shui si terrà a Parma al centro VIVARIUM il giorno 20 ottobre 2012.
Le iscrizioni si chiuderanno lunedì 15 ottobre.

Cristina

Corsi base. Primo approccio con il Feng Shui Classico
Per una consulenza chiedete un preventivo gratuito.
E-MAIL: blu.design@alice.it Mob: 338.8465957

I commenti sono chiusi.