Brad Pitt sceglie il design italiano delle cucine Snaidero.

Dopo essere stata premiata con il prestigioso premio Good Design Award, la cucina di design Ola20 di Snaidero ottiene un ulteriore riconoscimento, questa volta meno ufficiale ma molto più mondano: è stata infatti scelta nientemeno che dall’attore di fama mondiale Brad Pitt per la sua casa di Los Angeles, California.

Cucina di Design Ola20 di Snaidero

Cucina di Design Ola20 di Snaidero

È la morbidezza delle curve l’elemento caratterizzante di questa cucina: il piano penisola e il sostegno scultoreo che lo sorregge, la linea dei pensili e la forma della cappa, tutto ciò trasmette una sensazione di armonia che, evidentemente, ha colpito Brad Pitt ed Angelina Jolie.
Cucina di Design Ola20 di Snaidero

Supporto di design per piano penisola Ola20

Il Feng Shui e una casa a tutta tinta

Un appartamento a tutta tinta per gli amanti del colore. Ho trasformato questo living in un ambiente caldo e luminoso con sfumature di colore per una coppia: lui molto creativo, lei donna yang un po’ austera e determinata, dissociata da tuttò ciò che si identifica con la creatività.

Sono designer d’interni Feng Shui, ma la mia esperienza professionale nasce molto prima come illustratrice ed esperta del colore. Ho pensato di portare armonia ed equilibrio attraverso il colore. Vorrei che rappresentasse il protagonista di questo “incontro”.
Varchiamo la soglia di questo appartamento. Il vano d’ingresso e il salotto, pavimentati a piastrelle bianche, sono il preludio di una casa fredda e anonima. Sostituiamo con un bel parquet, con orditura diagonale per dare movimento all’ambiente e restituire gioia, colore e calore. Inoltre la direzione Est, legata all’Energia Legno, richiede proprio questo Elemento. L’ingresso e il salotto sono in parte da neutralizzare, il Legno potrebbe rappresentare Elemento congeniale per controllare la Terra negativa.
“Mescoliamo” il pavimento alle pareti. La tinta che ho scelto è un giallino delicato.

Il Giallo è associato all’Elemento Terra. È il colore della mente, della sapienza, dell’intelletto. È il colore della trascendenza, segno di trionfo. Gioviale, intelligente, gaio e simbolo di entusiasmo. Ho utilizzato la spugnatura per ammorbidire e per dare tono e movimento all’ambiente, trattandosi del salotto, luogo yang. Ricordate che generalmente non tutte le pareti vanno dipinte, ma sarebbe meglio pitturare le due contigue ed opposte all’entrata.
Il giallo farà anche da sfondo a un divano angolare di colore rosso o arancione. Questi colori hanno un legame con l’Elemento Fuoco. Sono i colori associati alle forti emozioni, soprattutto il rosso che attira il nostro sguardo e gli oggetti risultano più vicini e più grandi di quanto non siano nella realtà. È brutale, esaltante e dinamico. Proprio per le sue proprietà “forti” si consiglia di moderare l’uso di questo colore in casa, in quanto potrebbero influire in modo negativo su chi vi abita.

Divano consigliato per questo contesto: Maxim, divano con penisola “arredamentidiotti”
Il colore è vita, è energia e ci dà la possibilità di comunicare anche la nostra interiorità, permettendoci, allo stesso tempo, di identificarci; ogni colore possiede infatti un carattere psicologico particolare.
I colori vibrano e si riflettono anche in conformità all’intensità della luce che li investe.

La camera da letto, luogo di riposo, va curata particolarmente anche per conciliare il sonno. I colori aiutano a donare serenità; tantè che sono utilizzati anche in cromoterapia come cura terapeutica. Per la camera da letto ed il bagno, ho optato per il total green, un verde salvia spugnato. Il Verde è legato all’energia dell’Elemento Legno. È il colore della flora, della rinascita primaverile e quindi della vita stessa. Il tono più riposante per l’occhio perchè il cristallino focalizza la luce verde quasi correttamente sulla retina.
La camera si rivela particolarmente problematica e richiede proprio l’Elemento Legno, pertanto, oltre alle pareti e ai tessuti in tinta, ho consigliato un bel vaso di vetro con 4 bambù per neutralizzare la zona.

In cucina ho scelto un giallino, che si sposa con il color legno della cucina e con i parametri di valutazione dei metodi Feng Shui.
Inoltre, per dividere in modo elegante ed osare con un tocco di moda, nella zona giorno ho fatto posizionare una parete scorrevole divisoria in cristallo, un dettaglio prezioso dal punto di vista decorativo. Parete creata da un’artista, che attraverso una reazione chimica crea effetti dai colori e dalle forme sublimi. Un passaggio dalla cucina al salotto che crea uno stupendo effetto scenografico. Il cristallo nel Feng Shui è considerato elemento Fuoco, quindi si rivela un’ottima soluzione in questo ambiente.

La cameretta richiede gli elementi Metallo ed Acqua, che neutralizzeranno la Terra negativa.
Il Grigio si lega all’energia Metallo. Il suo significato è legato alla severità, alla laboriosità e all’austerità.
Il Blu si associa all’Elemento Acqua. È il colore della profondità, della calma, rapportato alla vita spirituale interiore. Nel caso delle pareti, sono banditi i colori scuri, per una cameretta scelgo un azzurro delicato, spugnato, che darà tono e leggerezza alla stanza. Aggiungo forme irregolari, morbide e sinuose per rappresentare l’Elemento.

Se volete rendere il vostro living accogliente, armonioso, i colori dovranno essere scelti con criterio e, soprattutto, dopo avere preso in esame alcuni parametri di valutazione.
Prima di procedere con la scelta di una tinta, è importante ricevere una consulenza nella propria abitazione, ovvero prendere in considerazione il proprio elemento personale (Ming Gua) e di conseguenza il vostro colore di appartenenza, ed inoltre applicare i metodi di analisi dell’orientamento, l’anno di costruzione dell’abitazione e la funzione che avrà ogni ambiente. Infine, non bisogna trascurare la vostra sensibilità e le vostre tendenze estetiche. Considerare questi principi vi permetterà di scegliere i colori corretti ed instaurare con la vostra casa un perfetto legame di sintonia. Il Feng Shui vi aiuterà a creare l’affinità che state cercando.

Vi ricordo il prossimo incontro con il corso base Feng Shui: 14 aprile 2012 a Varese.
Una conferenza verrà tenuta a Riccione il 21 aprile.
Un cordiale saluto e ringraziamento a tutti coloro che hanno partecipato al corso del 26 febbraio!

Per qualsiasi informazione: blu.design@alcie.it
Salute e benessere a tutti!

Cristina

Una cucina country in città?

Una cucina country: un sogno per tutte le appassionate di home decor, quelle che fanno del romanticismo una chiave di lettura anche della casa. Perchè, diciamocelo, una cucina country è il non plus ultra del sentimentalismo, di quello buono però, quello che ti fa battere seriamente il cuore, che ti emoziona, che non ti lascia indifferente.

I dettagli in legno e in pietra, gli elettrodomestici “anticati”, le ante pannellate e talvolta delicati colori pastello rendono la cucina country un luogo intimo, che sa di vacanza, che sa di relax, di famiglia e di…campagna. D’altra parte lo dice proprio la sua definizione, “country”, no?

Dunque ci aspettiamo di vedere quelle particolari forme e quei materiali così evocativi soltanto entrando in una casa di campagna, immersa nel verde e nella natura. Eppure a me è capitato di vedere una cucina country anche in città e la sensazione è stata tutt’altro che negativa.

Anzi: una cucina country è proprio l’elemento che potrebbe rendere speciale una casa di città. Lasciata la strada rumorosa e trafficata, con tutti i problemi che si porta dietro, si avrebbe accesso con un sol passo a un regno incantato, pacato e armonioso. La cucina country, retaggio di un certo stile tradizionale apprezzabile però anche in un contesto moderno, sarebbe il tramite tra il paesaggio urbano e quello naturale, un canale posto in una sua propria dimensione spaziotemporale, dove rimanere sospesi e dove trovare tutto il conforto necessario a smaltire una difficile giornata lavorativa.

Perchè no? In fondo nulla ci vieta di portare in casa nostra le cose che ci emozionano di più; anzi: io direi che è dovere principale di ciascuno di noi, portare nel proprio rifugio tutto ciò che ci fa stare meglio. E una cucina country in città potrebbe essere un ottimo antidoto al logorio della vita moderna, un modo catartico e terapeutico per rendere la nostra casa il nido perfetto lontano dal caos e da tutti gli estranei che alla sera vogliamo dimenticare.

Pensate di aprire la porta del vostro appartamento metropolitano e di trovare ad attendervi una cucina country come Ginestra: come potreste rimanere indifferenti? Come potreste non emozionarvi vedendo il legno di castagno naturale, i dettagli in vimini, le piastrelle finemente decorate?

Guardate poi la cucina country Dalia: muratura e legno massello, piano in ceramica o travertino, linee talvolta arrotondate e preziosi dettagli a vista. Non vi ricorda la cara, vecchia e accogliente casa della nonna? Non vi ispira fiducia al primo sguardo?

Anche Ambra è una cucina country, esempio eccelso di come la cucina di campagna possa ben sposarsi con uno stile più moderno e con un contesto più urbano. La bellezza del legno e di certe forme inconfondibili si fonde con tecnologie d’avanguardia e con materiali più moderni come l’MDF, per raggiungere impensabili vette di funzionalità e praticità, oltre che di autentica bellezza.

Camerette Clever tra rispetto per l’ambiente e design

La cameretta è sempre stato il luogo per eccellenza dove bambini e ragazzi trovano la propria intimità nel gioco, nello studio o nella lettura. Vi passano lunghissime ore, da soli o in compagnia dei fratelli e degli amici e iniziano a percepire quelle stanze come “loro”.

È quindi fondamentale dare il giusto peso all’arredo di questi ambienti, che devono essere ospitali, confortevoli e sicuri.

È per questo che Arredamenti Diotti ha da poco inaugurato lo spazio espositivo dedicato alle camerette di qualità 100 % italiana Clever, che offrono a bambini e ragazzi degli ambienti in cui crescere che rispondano a questi irrinunciabili requisiti.

Pensate per offrire tutto ciò che serve in spazi ragionevoli rappresentano delle validissime soluzioni salva-spazio senza rinunciare al design contemporaneo e all’eleganza.

Cameretta Start 120 - Clever.it

Cameretta Start 120 - Clever.it

La cameretta a terra proposta in foto è un validissimo esempio di un’organizzazione funzionale dello spazio abbinata a soluzioni estetiche di gran valore.

Soluzioni come le camerette a ponte, i letti estraibili, l’armadio a ponte e le ribalte rappresentano validissimi sistemi d’arredo che permettono di usufruire al meglio dello spazio a disposizione.

Camerette Start per bambini e ragazzi

Trattandosi di camerette che ospiteranno i più piccoli i materiali con le quali sono realizzate rispettano le più severe norme di sicurezza, Clever impiega solo materiali atossici con la più bassa emissione di formaldeide (composto chimico ritenuto tossico).

È questo a rendere le camerette della linea Start, così come tutti i prodotti Clever, camerette di qualità che permettono ai bambini di crescere in un posto realmente sicuro, senza prodotti di sintesi nocivi. Le laccature con la quale sono tinti gli arredi di questa linea sono a base d’acqua e hanno ricevuto per questo il premio Life, istituito dall’Unione Europea allo scopo di premiare quei progetti ad elevata innovazione tecnologica finalizzati alla salvaguardia ambientale.

Pareti attrezzate di design: movimento e stasi.

Il televisore è ultrapiatto, è questa la tendenza, ma tutto ciò che vi ruota intorno sembra opporsi alla bidimensionalità. Ed ecco che le pareti attrezzate di design crescono lungo la terza dimensione, la profondità, creando dei giochi di volume che regalano un’illusione di movimento, di dinamismo.
Figure geometriche regolari si combinano apparentemente senza seguire schemi precisi dando vita ad alternanze di pieni e vuoti. È nella diversità della profondità dei pensili e delle panche che si sviluppano le pareti attrezzate di design. È così che gli odierni soggiorni sfuggono alla monotonia del regolare ed abbracciano le tre dimensioni.

Pareti attrezzate su piani sfalsati

La linea di pareti attrezzate Lampo 2012 fa dei contenitori pensili delle tessere di un mosaico in 3D che possono prendere svariate tonalità cromatiche: 17 colori laccati lucidi ed opachi ed ante in vetro in 10 finiture.

Pareti attrezzate di design

contenitori pensili modulari possono essere installati a piacere lungo la parete aprendo ad infinite possibilità progettuali. Se i giochi di pieni e di vuoti danno un senso di ritmo e di movimento, l’affiancamento di pensili dà un idea di concretezza, di stabilità e di rigore.

Pareti attrezzate con basi affiancate

Le pareti attrezzate di design offrono, abbiamo visto, enormi possibilità di personalizzazione, sono altamente componibili e possono essere montate per creare effetti diversi. Questo permette ai designer d’interni di creare infinite atmosfere, a seconda dell’effetto desiderato.
Soprattutto questo permette agli ambienti, alle stanze dove questi soggiorni vengono installati di assumere svariate espressioni, di comunicare sentimenti diversi.

Neve a Roma…quanto è bello il divano di casa!

Questa mattina, guardando fuori dalla finestra, ho pensato di essere tornata sui monti della mia infanzia. Invece, in quel breve (?!?!) istante che precede la lucidità, ho capito di non essermi mai spostata da Roma. Una Roma irriconoscibile, quasi surreale, una Roma comunque bellissima, una Roma totalmente bianca. Almeno 20 cm di neve hanno ricoperto tetti, strade, terrazzi, automobili e la gente, affatto abituata a tutto questo, è impazzita letteralmente.

Pare che l’ultima nevicata simile qui a Roma sia capitata nel 1985, a distanza di quasi trent’anni dalla penultima, la famosa del ’56. Un evento più unico che raro dunque, che ha entusiasmato grandi e piccini, scesi in strada con le buste ai piedi pur di tirarsi qualche palla di neve e pur di dare vita a qualche pupazzo.

Lo scenario è di grande effetto; ma purtroppo la praticità in questi casi può creare problemi alla meraviglia. E dunque proclamo a gran voce: bellissimo, ma menomale che non devo uscire di casa. Anzi: la casa in momenti come questo diventa ancora più bella. Sedersi davanti alla finestra e guardare la neve fuori, coccolati dal calduccio del riscaldamento non ha davvero prezzo.

Come non ha prezzo rimanere sotto alle coperte del letto, oppure più “coraggiosamente” adagiati sui cuscini del divano, con un morbido plaid a scaldarci le gambe. Un divano accogliente, caloroso, morbido, dove poter guardare il silenzioso mondo fuori, ovattato dalla neve, lasciandosi meravigliare dal candido manto, ma godendo della bellezza della propria casa.

Magari su un divano bianco come la neve, oppure su un divano del colore del sole, che ci ricordi paesaggi più caldi; oppure ancora su un divano circolare, che abbracci noi e tutti i nostri cari, scaldandoci davanti a un camino o a una stufa a pellet.

Pensate al relax su un divano come Dexter, dotato di poggiatesta a ribalta e proporzioni generose per un riposo senza precedenti; la sua candida pelle…perfetta per uno scenario innevato!

E che dire del divano York, con seduta estraibile e schienale regolabile, pronto ad accoglierci senza remore, per farci dimenticare qualsiasi complicazione da neve, offrendoci un relax totale.

Un abbraccio circolare ce lo potrebbe poi regalare il divano curvo Florida, sinuoso e profondamente contemporaneo, ma anche adatto ad accoglierci con calore. Magari proprio davanti a una grande finestra affacciata sulla neve romana!

Letti in legno con morbide testate

Il letto matrimoniale in legno è sicuramente una scelta elegante, rigorosa, in qualche modo seria e a tratti anche austera; ma il letto in legno può avere un’anima morbida, un dettaglio soffice e accogliente in grado di stemperare la severità di linee marcate e decise, che solitamente caratterizzano i letti moderni in legno.

Ma di quale dettaglio si tratta? Cosa può esserci di morbido in un letto oltre a materasso, cuscini e coperte? Naturalmente la testata, quell’elemento che potrebbe anche non esserci, ma che quando c’è è in grado di definire e dare carattere all’intero letto. Perchè la testiera è sintomo di stili diversi, incornicia il letto, lo rende quasi un “quadro” per la parete a cui è appoggiato e soprattutto svolge un’importante funzione pratica: sostenere i cuscini.

Proprio perchè la testiera è un elemento che spicca sul resto del letto, le sue caratteristiche possono essere anche molto diverse dalla struttura portante. E qui sta la chiave di quel contrasto interessantissimo che vorrei proporvi: se il letto è in legno e appare in qualche modo duro, o severo come detto all’inizio, la testiera invece può al contrario apparire morbida, accogliente, delicata, senza tuttavia perdere eleganza nè tantomeno fascino.

Anzi, i contrasti come quello descritto solitamente aggiungono fascino anzichè torglierlo: combinare insieme elementi diversi ci trasmette attraverso l’impatto visivo sensazioni forti, emozioni che difficilmente si dimenticano, che ci fanno ripensare al “sublime” del romanticismo ottocentesco e che ci riportano nel contempo al più moderno stile “fusion”.

Così varie essenze di legno, già provviste ognuna di un’anima differente e di emozioni intrinseche, possono combinarsi con testiere imbottite, testiere in pelle, in ecopelle, in tessuto, o con cuscini imbottiti importanti e invitanti. E le forme rigorose del letto in legno possono quindi diluirsi con le linee talvolta irregolari di testate morbide e imbottite.

Il letto Orio coniuga ad esempio un’anima moderna e minimalista, data da una struttura in legno essenziale, ma anche arricchita da dettagli stondati, ad una testata in ecopelle lavorata a riquadri capitonné: un contrasto estremamente raffinato, che trasmette subito l’idea di un letto non solo bello, ma anche comodissimo.

Il letto Max invece unisce la struttura in legno alla testata imbottita; qui il contrasto è netto, anche dal punto di vista delle tonalità e dei colori. I rivestimenti in tessuto, pelle, ecopelle o pelle vintage della testata possono infatti dichiaratamente allontanarsi dalle essenze di rovere moro, rovere tabacco o noce americano disponibili per la struttura; ancora più contrastanti sarebbero le combinazioni della testata imbottita con le finiture colorate opache e soprattutto lucide.

Il letto Airwood infine propone un’affascinante struttura in legno massello finemente lavorato, coniugata ad una testata costituita da un supporto sempre in legno, ma anche da morbidissimi cuscini imbottiti rivestiti in pelle, ecopelle o tessuto. Il contrasto qui è davvero seducente e in grado di rendere la camera da letto unica.

A noi piace….Vivere in una casa speciale

Intervista a Michele e Sabina

Oggi voglio trasmettervi emozioni attraverso il pensiero e l’esperienza di Sabina e Michele, amanti della fascinosa arte del Feng Shui.

Ho voluto intervistare i nostri amici la cui abitazione è già stata protagonista dei nostri appuntamenti. Li incontriamo proprio nella lorograziosa mansarda, nell’incantevole villa d’epoca, sita in Varese. Vorrei che esprimessero la loro opinione in merito a quest’arte e i benefici che ne hanno tratto.

C: Come siete venuti a conoscenza del Feng Shui?

S&M: Abbiamo conosciuto quest’arte fascinosa attraverso la semplice lettura di un articolo di giornale; io, Sabina, mi sono incuriosita e meglio documentata; mio marito, un po’ più scettico e uomo pratico ha lasciato ampio spazio alla mia creatività, facendosi travolgere dalla mia esuberanza. Io sono sempre alla ricerca del nuovo e del green e in special modo tutto ciò che fa “benessere”.

C: Cosa vi ha spinti a “credere” in quest’arte? E’ stata un’esigenza o semplice curiosità?

S&M: Inizialmente direi tanta curiosità; poi l’esigenza di vivere sereni e in armonia con la nostra casa ci ha spinti verso quest’arte veramente affascinante.

Avevamo già un altro architetto, ma le sue proposte non rispecchiavano le nostre aspettative. Volevamo un arredo essenziale, moderno, ma nello stesso tempo creativo e soprattutto una particolare attenzione alla scelta dei colori e delle luci, senza però dimenticare spazi puliti ma molto “intensi”.

C: i vostri ospiti, quando entrano nella vostra abitazione, avvertono una sensazione particolare, o sono indifferenti?
S&M: Le persone che entrano per la prima volta hanno subito un impatto positivo. Ciò che notano particolarmente è l’armonia delle forme e dei colori. Tutto è in simbiosi. Oltre a vivere in un ambiente armonico, in sintonia con noi, vi è cura del particolare, anche da un punto di vista estetico. Ci sono tante idee e soluzioni creative. Vorrei citare l’esperienza di mia zia che, generalmente, ha problemi di ambientazione creati da crisi di panico (soprattutto nei luoghi ovattati, come le mansarde) e quindi soffre di claustrofobia. Entrando nella nostra casa, non ha avvertito alcun disagio, né paura, né angoscia, anzi una sensazione di assoluta armonia e serenità!

C: Avete tratto dei benefici? Se si, quali?
S&M: Riconosco (Sabina) di non essere mai stata una persona particolarmente ordinata, ma vivendo in una casa curata con il Feng Shui, devo dire che, assorbendone l’energia, ho acquisito la capacità di organizzarmi, riuscendo a mantenere l’ordine, un ordine psicofisico; sono inoltre più tranquilla e soprattutto c’è più armonia nella coppia.

C: Avete risolto delle problematiche o difficoltà in particolare?
S&M: Assolutamente si. Abbiamo appianato notevolmente i nostri contrasti di coppia, come ho accennato poc’anzi.

C: Avete chiesto di intervenire in punti specifici o avete affidato l’intero progetto all’operatore?
S&M: Abbiamo affidato l’intero progetto a Cristina. Lei ha rispettato, pur seguendo i metodi del Feng Shui, le nostre esigenze, sapendoci consigliare al meglio.

C: Le soluzioni arredative che sono state progettate sareste riusciti a realizzarle di vostra iniziativa, a parte i metodi Feng Shui?
S&M: Assolutamente no. Mi riferisco alla posizione del divano, io e mio marito eravamo in contrasto, non riuscivamo a trovare un punto d’incontro e soprattutto corretto.
La proposta del tavolo da pranzo è ricaduta su un genere che noi non avevamo considerato, seguendo i consigli abbiamo donato alla nostra casa più calore ed equilibrio.
L’orditura del pavimento in modo obliquo è una soluzione che non avevamo considerato.
Non avendo una seconda camera, Cristina ha disegnato appositamente per noi, un armadio-parete, creando un secondo spazio adibito a cameretta per la nostra bambina. Una parte del mobile è adibita ad armadio, l’altra a mobile in salotto.
Bella idea, l’illuminazione a pavimento; crea suggestivi giochi di luci e ombre. E tutte le cure Feng Shui…naturalmente!

C: Quale stanza vi piace maggiormente o angolo della casa e quindi dove sentite anche il maggiore beneficio psicofisico?
S&M: Ogni stanza ha un suo perchè, amiamo ogni angolo della nostra casa. La camera è il luogo dove avvertiamo una maggiore positività e serenità. Luogo di riposo e benessere.
Inoltre di sera, ci piace molto accendere le luci e osservare gli angoli in penombra, così come i riquadri dorati che risaltano e donano luminosità all’ambiente. Aggiungo (Sabina), che, nonostante sia una mansarda, non avverto quel senso di soffocamento e restringimento che una mansarda potrebbe dare. Le travi sono state sbiancate per dare maggiore luminosità e leggerezza.

C: Lo consigliereste ai vostri amici e conoscenti e perchè?
S&M: Assolutamente si, anche perchè lo abbiamo già fatto e continueremo a farlo! Il Feng Shui cambia la qualità della vita!
Capisco che, a parole, questi concetti, quasi astratti, possano essere quasi difficili da comprendere dal concreto, ma in realtà tutto ha una sua logica e un suo perchè.
Noi abbiamo, come è stato già citato, trovato più equilibrio e benessere psicofisico, migliorando il riposo notturno. io, Sabina, sono riuscita a regolarizzare la mia alimentazione, spesso disordinata e scorretta. Ho inoltre partecipato al corso per avere maggiore chiarezza.

C: Se tornaste indietro, ripetereste l’esperienza, se si, cambiereste qualcosa?
Ne è valsa la pena?
S&M: Certamente! Crediamo che sia stato un ottimo investimento e che i costi di una consulenza siano assolutamente alla portata di tutti; inoltre oggi la salute e il benessere psicofisico vengono prima di tutto.

C: Come definireste il Feng Shui in una sola parola?
S&M: Oseremmo dire…..essenziale e Michele aggiungerebbe, se è consentito un secondo termine, coinvolgente!
Essenziale perchè mira alle priorità, elidendo il superfluo. Coinvolgente perchè
tutto è in armonia, quindi ci si sente sicuri e parte della propria casa.

Ringrazio Sabina e Michele che, con la loro testimonianza, hanno voluto dedicare un po’ del loro prezioso tempo a tutti noi.

Sottoponete via @ una stanza della vostra abitazione, nella quale desiderate intervenire. Quella che maggiormente volete riequilibrare energeticamente e dare un’immagine nuova, anche esteticamente, curando i colori e le forme.
Necessita il Nord esatto e l’anno di costruzione o di rifacimento del tetto della vostra abitazione e naturalmente la piantina. Ad estrazione, il più fortunato dell’anno 2012 verrà scelto e vedrà realizzato gratuitamente il suo progetto e, successivamente pubblicato sul blog Diotti A&F e la possibilità di esprimere la sua opinione in merito!

Un grazie a tutti! Dubbi e consigli alla mia @!
Non dimenticate che mensilmente organizzo corsi base Feng Shui (un primo approfondimento). La data del prossimo è fissata per il 12 febbraio 2012 a Varese! Organizzo corsi anche nella vostra città al raggiungimento di un minimo di 10 partecipanti!

Salute e benessere a tutti!

Cristina

Benvenuti nella nuova versione del Blog di Diotti Arredamenti

Vi diamo il benvenuto nel nuovo Blog di Arredamenti Diotti A&F: nuova grafica, nuovi articoli e soprattutto la volontà di creare una community all’interno del network BlogArredamento.com
Stiamo parlando di una rete di blog che si occupano di mobili ed arredamento e che trovano la loro linfa vitale nella passione per il design d’interni, condivisa da tutti i collaboratori.
Cosa offre nello specifico il blog di Arredamenti Diotti A&F? Come molti di voi già sanno lo scopo non è solo quello di fornire un catalogo online corredato di immagini. Le foto di cucine, salotti, soggiorni, camere da letto o camerette possono certo aiutare ed ispirare, ma per chi stia cercando idee su come arredare casa, o per gli appassionati di design, il blog contiene molto di più. Di cataloghi online ce n’è a migliaia, nel blog offriamo invece un contatto più diretto, cerchiamo di dare consigli, anche con il supporto di esperti di vari settori da architetti, a designers, fino a studiosi di Feng Shui.
Invitiamo chi ci conosce già ed i nuovi lettori a continuare a seguirci, il blog si arricchirà presto di nuovi eccitanti articoli, link e stimoli per arredare, ricreare o reinventare i vostri spazi.
Nel frattempo, non dimenticate il nostro vecchio indirizzo: http://arredamentidiotti.blogspot.com/
un ricchissimo archivio dove troverete tutti i nostri post dal 2007 ad oggi.
Grazie e a presto!