Pareti attrezzate di design: movimento e stasi.

Il televisore è ultrapiatto, è questa la tendenza, ma tutto ciò che vi ruota intorno sembra opporsi alla bidimensionalità. Ed ecco che le pareti attrezzate di design crescono lungo la terza dimensione, la profondità, creando dei giochi di volume che regalano un’illusione di movimento, di dinamismo.
Figure geometriche regolari si combinano apparentemente senza seguire schemi precisi dando vita ad alternanze di pieni e vuoti. È nella diversità della profondità dei pensili e delle panche che si sviluppano le pareti attrezzate di design. È così che gli odierni soggiorni sfuggono alla monotonia del regolare ed abbracciano le tre dimensioni.

Pareti attrezzate su piani sfalsati

La linea di pareti attrezzate Lampo 2012 fa dei contenitori pensili delle tessere di un mosaico in 3D che possono prendere svariate tonalità cromatiche: 17 colori laccati lucidi ed opachi ed ante in vetro in 10 finiture.

Pareti attrezzate di design

contenitori pensili modulari possono essere installati a piacere lungo la parete aprendo ad infinite possibilità progettuali. Se i giochi di pieni e di vuoti danno un senso di ritmo e di movimento, l’affiancamento di pensili dà un idea di concretezza, di stabilità e di rigore.

Pareti attrezzate con basi affiancate

Le pareti attrezzate di design offrono, abbiamo visto, enormi possibilità di personalizzazione, sono altamente componibili e possono essere montate per creare effetti diversi. Questo permette ai designer d’interni di creare infinite atmosfere, a seconda dell’effetto desiderato.
Soprattutto questo permette agli ambienti, alle stanze dove questi soggiorni vengono installati di assumere svariate espressioni, di comunicare sentimenti diversi.

Un pensiero su “Pareti attrezzate di design: movimento e stasi.